Classifiche Torneo Finale CoppaLodi 2012 + OpenDicembre Lodi

Aggiornamento

Pos Punti Giocatore Buc
1 7 POLETTI Fausto 26
2 5,5 SWANNIE Bryan 25
3 5 PRIORI Luigi 29,5
4 5 NORDIO Giorgio 28,5
5 5 CORFIATI Paolo 26,5
6 4,5 GIURIA Abramo 27,5
7 4,5 RAIMONDI Celso 26,5
8 4,5 SWANNIE Douglas 26
9 4,5 CAVAGLIERI Ivo 23,5
10 4,5 GUASCONI Lelio 22
11 4 GORINI Michele 27
12 4 FOLCINI Gaddo 25
13 4 BOSONI Virginio 23,5
14 4 COPPOLA Andrea 22,5
15 3,5 GALLI Fabrizio 25
16 3,5 CODEGA Gaetano 22,5
17 3,5 NORDIO Giordano 19,5
18 3 ROVIDA Aldo 28
19 3 BONOLDI Fabio 23,5
20 3 SCOTTI Luigi 23,5
21 3 DI TERLIZZI Domen(W) 22
22 3 BREIDENBACH Heinz(W) 22
23 3 GIANINI Gianluca (W) 21
24 3 VECCHIO Paolo L. 20,5
25 3 PLUCANI 20
26 3 SOFFIANTINI Giovanba 19,5
27 3 BASONI Alessandro 19,5
28 2,5 RIBOLDI Luca 22
29 2 RABATTONI Roberto 22
30 2 POLETTI Guido 20
31 2 TERZAGHI Igor (W) 19
32 2 STICLEA Adrian 17,5
33 2 RAIMONDI Sergio 17
34 2 GILL Dylan 15
35 1 BOFFINI Roberto (W) 19
36 1 CHIESA Matteo 15,5

 

Classifica Finale COPPA LODI 2012

Pos Punti Giocatore Rating
1 6 FERRANDI Flavio 2050
2 4,5 FERRARI Claudio 1994
3 4 MARTINO Antonio M. 2040
4 3,5 RAFFALDI Fabri 1853
5 3,5 MARZATICO Luca 1719
6 2,5 DRAGONI Gianfranco 1835
7 2,5 TAGLIAFERRI Valerio 1830
8 1,5 BIGNAMI Venanzio 1774

Commento

Domenica 16 dicembre si sono svolti presso la sede Wasken Boys a Lodi il torneo chiuso valido come finale della Coppa Lodi e il torneo di Natale aperto a tutti.
Nel primo si sfidavano gli 8 giocatori che nel corso degli 11 appuntamenti del 2012 avevano ottenuto i migliori risultati, vale a dire Ferrandi, Martino, Ferrari, Tagliaferri, Raffaldi, Marzatico, Bignami e Dragoni. Nell’Open ben 36 partecipanti, tra cui 1 CM, 4 1N, 5 2N e 6 3N. Particolarmente agguerriti Fausto Poletti, Bryan Swannie e Bosoni, che hanno mancato per un soffio l’accesso alla finale chiusa.
Vediamo prima come sono andate le cose nell’Open di Natale
Nel primo turno da segnalare la prestigiosa vittoria di Gorini, che supera Douglas Swannie, mentre Guido Poletti e Rabattoni hanno la meglio su Breidenbach e Gianini.
Nel secondo turno sono invece Rovida e Folcini a sorprendere i 2N Corfiati e Guasconi. Nello scontro fra due dei giovani più interessanti, Nordio ha la meglio su Bryan Swannie.
Visto l’elevato numero di partecipanti, al terzo turno sono ancora in 8 a punteggio pieno, e il fattore Nero ne lascia 4 al comando, con gli incontri delle prime 4 scacchiere che vedono tutti soccombere i Bianchi. In testa si portano dunque Fausto Poletti, Luigi Priori, Giorgio Nordio e Celso Raimondi.
Nel quarto turno vincono Poletti e Priori che continuano la loro fuga, tallonati da Raimondi, Giorgio Nordio, i 2 Swannie, Corfiati e Giuria.
nel quinto turno Poletti vince lo scontro al vertice con Priori, e con i 2 Swannie che siglano un sospetto armistizio sono Corfiati, Giuria e Nordio a tenere aperto il torneo. Più dietro Gorini fa lo sgambetto ad un’altra 1N, mentre Bosoni si consegna a Codega compromettendo le sue chances di risalita.
Nel sesto turno Giuria non riesce a fermare il panzer Poletti, mentre Priori e Corfiati continuano a sperare grazie alle vittorie su Douglas Swannie e Giorgio Nordio. per il podio si rifà sotto anche Bryan Swannie, mentre Gorini continua il suo bel torneo superando il sempre temibile Folcini.
Nel settimo turno (prolungamento straordinario per tenere il passo del torneo chiuso) Corfiati e Priori devono arrendersi a Poletti e Bryan Swannie, mentre Giorgio Nordio supera la sorpresa del torneo Gorini per concludere 3 ex aequo.
Torneo sopra le righe di un Poletti marziano, si segnalano per una menzione Bryan Swannie, Giorgio Nordio e Gorini, mentre chiudono sotto le attese Douglas Swannie, Bonoldi e Riboldi.
Di seguito i primi 10 in classifica: Fausto Poletti 7 Swannie Bryan 5,5 Priori, Giorgio Nordio e Corfiati 5 Giuria, Celso Raimondi, Swannie Douglas, Cavaglieri e Guasconi 4,5

Nel torneo chiuso partenza all’insegna dell’equilibrio.
Nel primo turno vincono da pronostico Ferrandi e Ferrari, mentre Bignami e Marzatico sorprendono Martino e Tagliaferri.
Nel secondo turno nessuno rimane a punteggio pieno, con l’unico risultato decisivo ottenuto da Dragoni che dopo avere sciupato contro Ferrari approfitta di una clamorosa svista per far sua la partita. Da segnalare il pareggio di Marzatico con Martino.
Nel terzo turno finali al cardiopalma nelle prime due scacchiere, dove Ferrandi riesce per un soffio ad avere la meglio su Marzatico mentre Dragoni si rassegna alla patta con Martino. Ferrari si porta a mezzo punto dal battistrada mentre Raffaldi vince con Tagliaferri.
Nel quarto turno Ferrandi approfitta di una svista di Raffaldi per intrappolargli la Donna, mentre Ferrari supera Marzatico e resta ancora a mezzo punto dalla vetta. Continua il torneo deludente di Tagliaferri che si arrende a Martino mentre Dragoni supera Bignami e torna in corsa per il podio. Dopo quattro turni dunque Ferrandi è al comando con 3,5 seguito da Ferrari a 3 Dragoni 2,5 Martino 2 Raffaldi Marzatico e Bignami 1,5 e Tagliaferri 0,5.
Nel quinto turno Ferrandi vince ancora con Bignami, mentre Martino e Ferrari pareggiano. Tagliaferri dà un segno di ripresa superando Dragoni, mentre Raffaldi vince il derby con Marzatico, che dopo l’inizio spumeggiante comincia a sentire la fatica.
Nel sesto turno c’è lo scontro tra i primi due in classifica, con Ferrari che inseguendo ad un punto è costretto a forzare, ma perso un pedone in apertura soffre tutta la partita e si arrende a Ferrandi, consegnandogli il titolo matematicamente. Viva più che mai invece la corsa al podio, con Martino che supera Raffaldi e raggiunge in classifica Ferrari, mentre Tagliaferri continua la riscossa superando Bignami e Marzatico riesce in maniera rocambolesca a superare Dragoni quando quest’ultimo era convinto di aver dato matto!
Nel’ultimo turno partita all’arma bianca tra Ferrandi e Martino, con quest’ultimo che arriva nel finale con un pedone in più ma una posizione passiva che rendono la patta il risultato naturale. Ne approfitta Ferrari che vince con Tagliaferri e si piazza solitario al secondo posto, mentre ai piedi del podio concludono Marzatico e Raffaldi che superano Bignami e Dragoni.
La classifica finale è dunque: Ferrandi 6 Ferrari 4,5 Martino 4 Raffaldi e Marzatico 3,5 Dragoni e Tagliaferri 2,5 Bignami 1,5

Note di colore:

Nel 2012 per la coppa Lodi si sono disputate 1.108 partite di cui 101 sono terminate in parità.

Raffaldi e Marzatico sono quelli che ne hanno disputate di più (73)

Ferrandi è il giocatore con più vittorie (44)

Raffaldi quello con più pareggi (16)

Falsetti ha la percentuale più alta di punti fatti (91,7%).

Lo scontro che si è verificato più volte è stato Ferrandi-Tagliaferri (ben 9 volte!)

 

Un saluto a tutti e arrivederci nel 2013!

Finali Torneo Coppa Lodi 2012

Domenica 16 dicembre a Lodi.

Accedono alla finale del torneo Coppa Lodi 2012 otto giocatori che disputeranno un girone da 7 partite per decidere il campione 2012.

Inizio previsto per le 14.30 con turni già assegnati.

Players:  Ferrandi F. – Martino A. – Ferrari P. – Tagliaferri V. – Raffaldi F. – Bignami V. – Marzatico L. – Dragoni G.

 

Classifica Open Coppa Lodi 2012.11 del 11 novembre 2012

 

Pos

Pts

T

Player

Buc1

1

5,0

CM FERRANDI Flavio

19.00

2

5,0

CM MARTINO Antonio M.

18.00

3

4,5

3N MARZATICO Luca

17.05

4

4,0

1N FERRARI Claudio

21.00

5

4,0

2N BIGNAMI Venanzio

20.00

6

4,0

CM POLETTI Fausto

19.05

7

4,0

1N TAGLIAFERRI Valerio

18.05

8

3,5

2N PRIORI Gabriele

18.05

9

3,5

1N RAIMONDI Celso

17.05

10

3,5

2N GIURIA Abramo

15.00

11

3,0

1N BONOLDI Fabio

19.00

12

3,0

1N RAFFALDI Fabrizio

18.05

13

3,0

3N FOLCINI Gaddo

16.05

14

3,0

NC RIBOLDI Luca

15.05

15

3,0

NC MARASCHI Alberto

15.05

16

3,0

2N GUASCONI Lelio

15.05

17

3,0

NC PLUCANI Germano

15.00

18

2,5

NC BOSONI Virginio

19.00

19

2,5

2N BONINSEGNA Ferdinando

13.05

20

2,0

NC RABATTONI Roberto

17.00

21

2,0

NC BOFFINI Roberto

15.00

22

2,0

NC LOCONSOLO Gaetano

15.00

23

2,0

NC POLETTI Guido

14.00

24

2,0

NC VECCHIO Paolo L.

13.00

25

1,0

NC GILL Dylan

11.05

26

0,0

NC TERZAGHI Igor

11.05

 

 

Cronaca del torneo

Domenica 11 novembre si è svolto presso la sede Wasken Boys l’undicesimo e ultimo appuntamento della Coppa Lodi 2012.
Ai nastri di partenza 26 giocatori, tra cui 3 CM, 5 1N, 6 2N e 1 3N.
Di particolare interesse la prestazione di Fausto Poletti, l’unico ancora in grado di inserirsi nel torneo chiuso di dicembre a scapito di Tagliaferri o Raffaldi.
Nel primo turno subito diverse sorprese, con Boffini, Maraschi e Rabattoni che superano Tagliaferri, Giuria e Boninsegna.
Nel secondo turno invece l’unico risultato non da pronostico è il pareggio del terribile Marzatico (ormai 2N) contro il CM Poletti.
Nel terzo turno si assiste a diversi ribaltoni, con Ferrandi che dopo aver costruito una posizione da sogno perde due pedoni e deve arrendersi a Bignami, mentre Martino cede a Ferrari in un finale di Torri poco dopo aver rifiutato la patta. Poletti non andava ancora oltre il pari con Raffaldi, mentre Tagliaferri suona la carica per la rimonta superando Marzatico. Diverse sorprese più dietro, dove si segnalano i pareggi di Riboldi e bosoni contro Giuria e Raimondi e le vittorie di Folcini e Rabattoni contro Guasconi e Boffini.
Nel quarto turno Ferrari vince con Bignami che lo appaiava al comando e resta solo in testa a punteggio pieno, inseguito a 1 punto da Bignami, Martino (che supera Raffaldi), Ferrandi, Poletti e Tagliaferri.
Nel quinto turno ultima chiamata per Poletti che in prima scacchiera riesce a superare il battistrada Ferrari appaiandolo in classifica, insieme a Ferrandi e Martino che grazie alle vittorie con Tagliaferri e Bignami entrano nella bagarre per la vittoria finale. Notevole vittoria di Priori contro Raffaldi, con quest’ultimo che vede pesantemente compromesse le chances di andare a punti e difendere il suo quinto posto dall’assalto di Poletti, a cui basterebbe recuperare 6 punti.
Nel turno conclusivo Ferrari esce dall’apertura con una qualità ed un pedone in meno, e per Ferrandi è questione di tecnica conquistare il punto intero, mentre Martino stoppa bruscamente i sogni di Poletti in seconda scacchiera. Il bucholz premia Ferrandi, che si avvantaggia delle vittorie di Tagliaferri e Raimondi. Ottimo terzo posto per Marzatico, che supera l’altra sorpresa Priori in terza scacchiera. Alla fine Fausto Poletti si classifica 6° per 0,5 punti di Bucholz, e per un solo punto dice addio alla finale di dicembre! Da segnalare anche il sorpasso di Martino su Ferrari al secondo posto della classifica generale.

CLASSIFICA: Ferrandi 15, Martino 12, Marzatico 10, Ferrari 8, Bignami 6, Poletti Fausto 5, Tagliaferri 4, Priori 3, Raimondi Celso 2, Giuria 1

VARIAZIONI ELO: Maraschi +42, Marzatico e Priori +41, Riboldi +30, Rabattoni +28, Plucani +27, Bignami +26, Folcini +23

CLASSIFICA GENERALE Qualificazioni Coppa Lodi 2012
QUALIFICATI: Ferrandi 113, Martino 92, Ferrari 90, Tagliaferri 59, Raffaldi 52
ALTRI: Fausto Poletti 51, Bignami 37, Marzatico 32, Falsetti 25 (con 2 soli tornei) Dragoni 23, Giuria 22

VARIAZIONI ELO 2012
QUALIFICATI: Marzatico +312, Bignami +206, Dragoni +135
ALTRI: Riboldi +122, Bryan Swannie +117, Bosoni +115, Ferrari +101

Coppa Lodi Ottobre 2012

Domenica 14 ottobre si è svolta presso la sede Wasken Boys la decima prova della Coppa Lodi di scacchi.

Ai nastri di partenza 28 giocatori, di cui 3 CM, 7 1N, 5 2N, 2 3N e 11 NC
particolarmente gradito il rientro di Carlo Magnani, pilastro storico dello scacchismo lodigiano che ormai da diversi anni si era ritirato dalla scena agonistica.
Al primo turno l’unica sorpresa è costituita dalla sconfitta di Bonoldi, che conferma il suo anno no, contro un sorprendente Coppola.
Il secondo turno vede subito scontri importanti nelle prime scacchiere, Con Ferrandi, Martino, Ferrari che superano Carrai, Tagliaferri e Bignami. Li raggiungono a punteggio pieno Magnani, Marzatico e Coppola, che contro i favori del pronostico superano Fausto Poletti, Celso Raimondi e Carbone.
Nel terzo turno Ferrandi deve sudare per portare a casa il punto intero contro Marzatico, e si porta in testa alla classifica con Ferrari e il sorprendente Magnani, che di nero supera il CM Martino. I lodigiani Tagliaferri e Bonoldi devono arrendersi ai “Casalesi” Raffaldi e Bignami, mentre cercano di tornare in gioco Fausto Poletti, Carrai, Celso Raimondi e Priori.
Nel quarto turno, Ferrandi, con pochi secondi sull’orologio, viene mattato da Ferrari subito dopo aver promosso, mentre Magnani sembra prenderci gusto e raggiunge Ferrari a punteggio pieno. Raggiungono Ferrandi al terzo posto Martino, Fausto Poletti, Carrai e Bignami, mentre più dietro Tagliaferri perde con Alessandro Gorini e comincia a tremare in ottica di classifica generale visto il buon andamento dei suoi avversari Raffaldi e Fausto Poletti.
Nel quinto turno pareggio combattuto in prima scacchiera tra i due battistrada Ferrari e Magnani, che conservano mezzo punto di vantaggio su Ferrandi (che vince con Fausto Poletti dopo aver omesso di rilevare una mossa irregolare del suo avversario) e Martino. Subito dietro sale Distratis, ancora in lizza per un buon piazzamento. Da rilevare la vittoria di Coppola sul terribile U16 Marzatico, apparso un po’ appannato dopo la sconfitta del terzo turno.
Nell’ultimo turno sfide incrociate al vertice, con i due battistrada Ferrari e Magnani che affrontano gli inseguitori Martino e Ferrandi. Sorprendentemente entrambi i capoclassifica vengono sconfitti e superati, con Ferrandi che si impone per spareggio tecnico grazie ai 4 neri e all’ARO. Distratis spegna i sogni di rimonta di Bonoldi e chiude a fianco di Ferrari e Magnani, mentre in ottica di classifica generale sono da rilevare la sconfitta di poletti con Bignami e la vittoria di Raffaldi con Carbone. Ottimo torneo anche per Coppola, che si arrende ad un sempre consistente Carrai e non riesce a guadagnare punti iridati per un soffio

Vanno a punti per la Coppa Lodi: Ferrandi 15, Martino 12, Ferrari 10, Magnani 8, Distratis 6, Raffaldi 5, Bignami 4, Carrai 3, Celso Raimondi 2, Fausto Poletti 1

La classifica generale diventa (fino a 20): Ferrandi 98, Ferrari 82, Martino 80, Tagliaferri 55, Raffaldi 52, Fausto Poletti 46, Bignami 31, Falsetti 25, Dragoni 23, Marzatico 22, Giuria 21

Ferrandi mette al sicuro il primo posto, mentre Ferrari e Martino si giocano il secondo posto. Fausto Poletti proverà invece ad impensierire Tagliaferri e Raffaldi, distanti 6 e 9 punti

Le migliori variazioni ELO del torneo sono state (fino a +20): Magnani +72, Coppola +65, Bignami +41, Vecchio +32, Alessandro Gorini +24

Le migliori variazioni ELO dell’anno sono al momento: Marzatico +271, Bignami +180, Dragoni +135, Bryan Swannie +117, Ferrari +104, Bosoni +101, Riboldi +92, Falsetti +91, Cesario +90, Alessandro Gorini +72, Magnani +72, Rancati +71

Note di colore:
Tre giocatori hanno preso parte a tutte le 10 prove del 2012: Raffaldi, Marzatico e Rabattoni
Per la prima volta non hanno avuto luogo gli scontri Ferrandi-Martino e Ferrandi-Tagliaferri, sin qui sempre disputati
I giocatori con più vittorie sono Tagliaferri 36, Raffaldi 35, Ferrandi e Martino 34
I giocatori con più pareggi sono Raffaldi 13 e Codega 10
I giocatori con meno pareggi sono Rabattoni (1 in 58 partite), Maraschi (1/49) Marzatico (2/60), Tagliaferri e Bignami (2/54)