Classifiche Torneo Finale CoppaLodi 2012 + OpenDicembre Lodi

Aggiornamento

Pos Punti Giocatore Buc
1 7 POLETTI Fausto 26
2 5,5 SWANNIE Bryan 25
3 5 PRIORI Luigi 29,5
4 5 NORDIO Giorgio 28,5
5 5 CORFIATI Paolo 26,5
6 4,5 GIURIA Abramo 27,5
7 4,5 RAIMONDI Celso 26,5
8 4,5 SWANNIE Douglas 26
9 4,5 CAVAGLIERI Ivo 23,5
10 4,5 GUASCONI Lelio 22
11 4 GORINI Michele 27
12 4 FOLCINI Gaddo 25
13 4 BOSONI Virginio 23,5
14 4 COPPOLA Andrea 22,5
15 3,5 GALLI Fabrizio 25
16 3,5 CODEGA Gaetano 22,5
17 3,5 NORDIO Giordano 19,5
18 3 ROVIDA Aldo 28
19 3 BONOLDI Fabio 23,5
20 3 SCOTTI Luigi 23,5
21 3 DI TERLIZZI Domen(W) 22
22 3 BREIDENBACH Heinz(W) 22
23 3 GIANINI Gianluca (W) 21
24 3 VECCHIO Paolo L. 20,5
25 3 PLUCANI 20
26 3 SOFFIANTINI Giovanba 19,5
27 3 BASONI Alessandro 19,5
28 2,5 RIBOLDI Luca 22
29 2 RABATTONI Roberto 22
30 2 POLETTI Guido 20
31 2 TERZAGHI Igor (W) 19
32 2 STICLEA Adrian 17,5
33 2 RAIMONDI Sergio 17
34 2 GILL Dylan 15
35 1 BOFFINI Roberto (W) 19
36 1 CHIESA Matteo 15,5

 

Classifica Finale COPPA LODI 2012

Pos Punti Giocatore Rating
1 6 FERRANDI Flavio 2050
2 4,5 FERRARI Claudio 1994
3 4 MARTINO Antonio M. 2040
4 3,5 RAFFALDI Fabri 1853
5 3,5 MARZATICO Luca 1719
6 2,5 DRAGONI Gianfranco 1835
7 2,5 TAGLIAFERRI Valerio 1830
8 1,5 BIGNAMI Venanzio 1774

Commento

Domenica 16 dicembre si sono svolti presso la sede Wasken Boys a Lodi il torneo chiuso valido come finale della Coppa Lodi e il torneo di Natale aperto a tutti.
Nel primo si sfidavano gli 8 giocatori che nel corso degli 11 appuntamenti del 2012 avevano ottenuto i migliori risultati, vale a dire Ferrandi, Martino, Ferrari, Tagliaferri, Raffaldi, Marzatico, Bignami e Dragoni. Nell’Open ben 36 partecipanti, tra cui 1 CM, 4 1N, 5 2N e 6 3N. Particolarmente agguerriti Fausto Poletti, Bryan Swannie e Bosoni, che hanno mancato per un soffio l’accesso alla finale chiusa.
Vediamo prima come sono andate le cose nell’Open di Natale
Nel primo turno da segnalare la prestigiosa vittoria di Gorini, che supera Douglas Swannie, mentre Guido Poletti e Rabattoni hanno la meglio su Breidenbach e Gianini.
Nel secondo turno sono invece Rovida e Folcini a sorprendere i 2N Corfiati e Guasconi. Nello scontro fra due dei giovani più interessanti, Nordio ha la meglio su Bryan Swannie.
Visto l’elevato numero di partecipanti, al terzo turno sono ancora in 8 a punteggio pieno, e il fattore Nero ne lascia 4 al comando, con gli incontri delle prime 4 scacchiere che vedono tutti soccombere i Bianchi. In testa si portano dunque Fausto Poletti, Luigi Priori, Giorgio Nordio e Celso Raimondi.
Nel quarto turno vincono Poletti e Priori che continuano la loro fuga, tallonati da Raimondi, Giorgio Nordio, i 2 Swannie, Corfiati e Giuria.
nel quinto turno Poletti vince lo scontro al vertice con Priori, e con i 2 Swannie che siglano un sospetto armistizio sono Corfiati, Giuria e Nordio a tenere aperto il torneo. Più dietro Gorini fa lo sgambetto ad un’altra 1N, mentre Bosoni si consegna a Codega compromettendo le sue chances di risalita.
Nel sesto turno Giuria non riesce a fermare il panzer Poletti, mentre Priori e Corfiati continuano a sperare grazie alle vittorie su Douglas Swannie e Giorgio Nordio. per il podio si rifà sotto anche Bryan Swannie, mentre Gorini continua il suo bel torneo superando il sempre temibile Folcini.
Nel settimo turno (prolungamento straordinario per tenere il passo del torneo chiuso) Corfiati e Priori devono arrendersi a Poletti e Bryan Swannie, mentre Giorgio Nordio supera la sorpresa del torneo Gorini per concludere 3 ex aequo.
Torneo sopra le righe di un Poletti marziano, si segnalano per una menzione Bryan Swannie, Giorgio Nordio e Gorini, mentre chiudono sotto le attese Douglas Swannie, Bonoldi e Riboldi.
Di seguito i primi 10 in classifica: Fausto Poletti 7 Swannie Bryan 5,5 Priori, Giorgio Nordio e Corfiati 5 Giuria, Celso Raimondi, Swannie Douglas, Cavaglieri e Guasconi 4,5

Nel torneo chiuso partenza all’insegna dell’equilibrio.
Nel primo turno vincono da pronostico Ferrandi e Ferrari, mentre Bignami e Marzatico sorprendono Martino e Tagliaferri.
Nel secondo turno nessuno rimane a punteggio pieno, con l’unico risultato decisivo ottenuto da Dragoni che dopo avere sciupato contro Ferrari approfitta di una clamorosa svista per far sua la partita. Da segnalare il pareggio di Marzatico con Martino.
Nel terzo turno finali al cardiopalma nelle prime due scacchiere, dove Ferrandi riesce per un soffio ad avere la meglio su Marzatico mentre Dragoni si rassegna alla patta con Martino. Ferrari si porta a mezzo punto dal battistrada mentre Raffaldi vince con Tagliaferri.
Nel quarto turno Ferrandi approfitta di una svista di Raffaldi per intrappolargli la Donna, mentre Ferrari supera Marzatico e resta ancora a mezzo punto dalla vetta. Continua il torneo deludente di Tagliaferri che si arrende a Martino mentre Dragoni supera Bignami e torna in corsa per il podio. Dopo quattro turni dunque Ferrandi è al comando con 3,5 seguito da Ferrari a 3 Dragoni 2,5 Martino 2 Raffaldi Marzatico e Bignami 1,5 e Tagliaferri 0,5.
Nel quinto turno Ferrandi vince ancora con Bignami, mentre Martino e Ferrari pareggiano. Tagliaferri dà un segno di ripresa superando Dragoni, mentre Raffaldi vince il derby con Marzatico, che dopo l’inizio spumeggiante comincia a sentire la fatica.
Nel sesto turno c’è lo scontro tra i primi due in classifica, con Ferrari che inseguendo ad un punto è costretto a forzare, ma perso un pedone in apertura soffre tutta la partita e si arrende a Ferrandi, consegnandogli il titolo matematicamente. Viva più che mai invece la corsa al podio, con Martino che supera Raffaldi e raggiunge in classifica Ferrari, mentre Tagliaferri continua la riscossa superando Bignami e Marzatico riesce in maniera rocambolesca a superare Dragoni quando quest’ultimo era convinto di aver dato matto!
Nel’ultimo turno partita all’arma bianca tra Ferrandi e Martino, con quest’ultimo che arriva nel finale con un pedone in più ma una posizione passiva che rendono la patta il risultato naturale. Ne approfitta Ferrari che vince con Tagliaferri e si piazza solitario al secondo posto, mentre ai piedi del podio concludono Marzatico e Raffaldi che superano Bignami e Dragoni.
La classifica finale è dunque: Ferrandi 6 Ferrari 4,5 Martino 4 Raffaldi e Marzatico 3,5 Dragoni e Tagliaferri 2,5 Bignami 1,5

Note di colore:

Nel 2012 per la coppa Lodi si sono disputate 1.108 partite di cui 101 sono terminate in parità.

Raffaldi e Marzatico sono quelli che ne hanno disputate di più (73)

Ferrandi è il giocatore con più vittorie (44)

Raffaldi quello con più pareggi (16)

Falsetti ha la percentuale più alta di punti fatti (91,7%).

Lo scontro che si è verificato più volte è stato Ferrandi-Tagliaferri (ben 9 volte!)

 

Un saluto a tutti e arrivederci nel 2013!

Finali Torneo Coppa Lodi 2012

Domenica 16 dicembre a Lodi.

Accedono alla finale del torneo Coppa Lodi 2012 otto giocatori che disputeranno un girone da 7 partite per decidere il campione 2012.

Inizio previsto per le 14.30 con turni già assegnati.

Players:  Ferrandi F. – Martino A. – Ferrari P. – Tagliaferri V. – Raffaldi F. – Bignami V. – Marzatico L. – Dragoni G.

 

Torneo Open Pavia

PAVIA: IL CREMONESE STELLA SUPERA I FAVORITI PETKOV, SANCHEZ E NAUMKIN

TAGLIAFERRI E SCOTTI VINCONO A PAVIA

Il 19enne MI cremonese Andrea Stella ha messo in riga i favoriti nella prima edizione del trofeo “Città di Pavia”, disputata dal 23 al 25 novembre. Stella, numero quattro di tabellone, ha infatti concluso solitario e imbattuto con 4 punti su 5, lasciandosi alle spalle il GM bulgaro Vladimir Petkov, il GM filippino Joseph Sanchez (secondo e terzo a 3,5) e il GM russo Igor Naumkin (quarto nel gruppo a 3), ovvero i tre giocatori con il rating più elevato. Da rilevare che il giovane lombardo ha giocato con tutit e tre, pareggiando coi primi due e battendo Naumkin. In gara, comunque, c’erano altri titolati: i MI serbi Nenad Aleksic e Gojko Laketic, quinto a 3 e nono a 2,5, il MI croato Milan Mrdja, sesto a 3, e il MF romano Alessio De Santis, ottavo a 3. Fra di loro si è inserito un altro diciannovenne, il maestro astigiano Miragha Aghayev, settimo a 3 e primo dei non premiati, sempre più lanciato verso quota 2300.

Il lodigiano Valerio Tagliaferri ha vinto, anche lui solitario (ma con 4,5 punti), il gruppo B, superando il veronese Stefano Ganci, l’alessandrino Marco Barbero e il novarese Vincenzo Montilli (tutti a 4).

Nel gruppo C, infine, il milanese Luigi Scotti l’ha spuntata per spareggio tecnico sul conterraneo Massimiliano Cervi: i due hanno pattato lo scontro diretto e vinto le altre partite. Terzo solitario si è piazzato il lodigiano Michele Gorini. Alla manifestazione hanno preso parte in totale 78 giocatori. Sito ufficiale: http://www.paviascacchi.it

Classifiche finali Open A: 1° Stella 4 punti su 5; 2°-3° Petkov, Sanchez 3,5; 4°-8° Naumkin, Aleksic, Mrdja, Aghayev, De Santis 3; 9°-10° Laketic, Giretti 2,5; ecc.

Open B: 1° Tagliaferri 4,5 punti su 5; 2°-4° Ganci, Barbero, Montilli 4; 5°-9° Barbera, Di Giuseppe, Dassisti, Martino, Lucchese 3,5; 10°-14° Paganini, Scali, Battagin, Pinna, Brignone 3; ecc.

Open C: 1°-2° Scotti, Cervi 4,5 punti su 5; 3° Gorini 4; 4°-5° Tonello, Rizzi 3,5; 6°-10° Maraschi, Repossi, Gianini, Terenzani, Molinelli 3; ecc.